Crea sito

Termini del servizio privacy e cookie policy troppo invasive

Vuoi segnalare una cosa che non funziona nella burocrazia o nel fisco nella politica o in altri aspetti importanti della vita civile e sociale locale, regionale, nazionale o internazionale?
Sei vittima di qualche questione burocratica o fiscale con un Ente Pubblico o con una Struttura Privata ad esempio un caso di mala politica o mala sanità o cartelle di pagamento inadeguate rispetto al giusto o ritardi nell'erogazione di servizi che ti spettano di diritto o altri disservizi in genere, viaggi o vacanze rovinate? O conosci qualcuno che lo è stato e vuoi raccontare quanto accaduto al fine di informare altri utenti ed evitare lo stesso errore?
Questa è la sezione giusta per questo genere di segnalazioni.

Moderatore: peopleopinion

Termini del servizio privacy e cookie policy troppo invasive

Messaggio da leggereda Allie Cashan » lunedì 17 settembre 2018, 14:04

Ormai le pagine con i termini del servizio e la privacy e cookie policy sono in ogni sito web visitato e si aprono già prima di poter entrare in ogni sito web, una gran bella seccatura che ormai è diventata un vero e proprio modo per stalkizzare gli utenti di internet inutilmente perché quanto è troppo è troppo e quasi nessuno le legge più visto che la stragrande maggioranza delle persone tirano dritti, schifati da tutto il tempo che ci fanno perdere OGNI VOLTA che apriamo un sito nuovo o anche un vecchio sito (specie se abbiamo ripulito la cache del browser o è da molto che non lo visitiamo).

Pare senza dubbio infatti che le modalità previste dallo Stato per l'implementazione su larga scala, in sostanza ogni sito web esistente che usi tecnologie di tracciamento delle abitudini degli utenti come cookie ecc... deve assecondare una norma tediosa per tutti, che non piace a nessuno in quanto sostanzialmente assolutamente inutile o poco utile, che in linea generale solo gli addetti ai lavori comprendono nella maggior parte dei casi.
Ma quante persone, utenti medi di internet, ci badano più, quante persone ci perdono tempo a leggerle, ogni volta?
Ormai pochi e nessuno, quindi è come che non esistessero più, anzi sono una componente di fastidio crescente di cui si farebbe volentieri a meno, come lo spam in pop up. Oltre al fatto che è seccante anche per chi realizza il sito dover implementare per assecondare un obbligo di legge quantomeno fatto male tanto da poter essere etichettato come una grandissima cretinata.

Ma che vogliamo? Quelli erano i politici che avevamo votato: li avevamo votati per fare i nostri interessi ed invece hanno fatto gli interessi di non si sa bene chi, come sempre, perché alla stragrande maggioranza dei cittadini medi, la privacy policy non interessa più.

Quindi ho inviato la seguente comunicazione a google, che è un sito grosso e chissà che riescano loro almeno a sensibilzzarsi e a cambiare modo di fare per primi cosi che poi altri si uniscano al fine di smantellare il modo attualmente esistente e a sostituirlo con qualcosa di diverso e più sostenibile anche a livello di pazienza di noi utonti e sopratutto di utilità reale. Tanto allo stato attuale poche persone leggono i termini del servizio, privacy e cookie policy e ci capiscono davvero qualcosa e ancora meno ne hanno reale beneficio. Spero che altri utenti si uniscano e vogliano lamentare a loro volta le stesse problematiche perché va bene la privacy, ma d'altra parte non si può essere tediati in continuo.

L'ideale sarebbe che invece di avere tutti i siti web che ti ripetono grosso modo la stessa cosa facendoti perdere tempo e pazienza ormai inutilmente visto che nessuno legge più non solo i contenuti ma neppure gli avvisi, l'utente imposta le proprie preferenze a livello di browser una volta e poi va avanti con quelle fino a che non decide di modificarle ed evita di avere cento avvisi inutili e quasi uguali.

Almost every time I log in my account the page with terms of services / privacy policy opens: You are very precise but that situation is becoming very tedious and we feel like we are stalked from Google... please don't do that it is extremely boooooring, it is almost like spam pop ups!
Also nobody read it anymore so what is its meaning of continuing that behaviour that is more or less useless.
People don't have neither time nor desire to read Almost every time every TOS page of all web sites browsed OK? Users like us open tens or even hundreds of web sites every day and I assure you more or less nobody read TOS anymore, some one can start reading and stops after few text lines or paragraphs.
So please STOP stalking us and let us breath, OK? Or at least don't open it so frequently, let say just one time per year OK?
Thanks for comprehension.


Questa è una battaglia di civiltà che il popolo di internet dovrebbe intraprendere e vincere, smettendola di essere popolo bue una volta tanto.

Diamoci dentro!
Avatar utente
Allie Cashan
 

Re: Termini del servizio privacy e cookie policy troppo invasive

Messaggio da leggereda Xander » mercoledì 14 novembre 2018, 22:58

Tutti i siti web che fanno uso di certe tecnologie hanno l'obbligo di pubblicare tali avvisi. E devo dire che è utile sapere cosa i siti facciano dei dati degli utenti per aprire gli occhi a coloro che non lo sanno ancora.

Quindi capisco il tuo punto di vista, però non sono del tutto concorde con i contenuti perché è giusto che gli utenti abbiano la consapevolezza dei retroscena delle cose. Anche se poi la maggior parte delle persone difficilmente legge gli avvisi e chi lo fa spesso lo fa in modo superficiale, e veloce, con il pilota automatico, quindi in effetti spesso non ha molto senso la loro presenza ed insistenza. D'altronde chi vuole informarsi le informazioni le cerca e magari le trova ma chi non vuole informarsi per pigrizia o per totale inconsapevolezza o buona fede di un certo argomento, qualunque esso sia, spesso si trincera dietro a frasi del tipo che tanto sul computer non ha dati sensibili, non capendo che spesso i dati sensibili sono anche proprio le ricerche che fa su internet che vengono catalogate e usate per promuovere prodotti attraverso pubblicità, almeno ufficialmente... poi cosa ci facciano di quei dati oltre alla pubblicità lo sanno solo chi li elabora e ne trae informazioni strategiche, tendenze di mercato, opinioni politiche, religiose, sessuali, personali, tendenze comportamentali in molte situazioni, ecc.

Il problema però è anche un altro, e cioè: i termini riportati negli avvisi e nella privacy policy saranno davvero rispettati? Oppure chi ha i siti web dice una cosa per tranquillizzare gli utenti e poi il fine per chi vengono usati i dati cambia nel momento in cui non vi sono occhi indiscreti che guardano cosa ci fa chi li ha raccolti?

Oltretutto il problema potenzialmente pone non solo per internet ma per qualunque mezzo di comunicazione oggi usato, quindi anche programmi di messaggistica istantanea, sms, mms e persino le telefonate: Fintanto che le comunicazioni di un cittadino vengono intercettate legalmente per accertare eventuali reati gravi la cosa non mi preoccupa, anzi è giusta. Ma è sempre così? Fintanto che tali informazioni sono gestite da persone oneste la cosa non mi spaventa. Ma diciamoci la verità: quando nella storia dell'umanità se una cosa aveva la possibilità di essere usata come arma o per fare del male o anche per influenzare l'andamento delle cose in favore di chi ha il controllo e la conoscenza necessarie per farlo non è stata usata anche a tale scopo? Da che mondo è mondo quando una tecnologia esiste è solo una questione di tempo prima che sia usata per scopi poco nobili: è nella natura del genere umano approfittare di quello tutto e la raccolta e l'elaborazione dei dati in barba alla privacy non fa eccezione, qualunque sia il mezzo.

Spesso mi chiedo quanto ne approfitti chi sta in posizione di vantaggio in questi argomenti. E giungo sempre alla stessa conclusione, visto la natura umana: chi può ne approfitta sempre e molto a prescindere, perché le regole sono fatte per chi riceve il mestolo di minestra nel piatto non per chi ha il mestolo e gira la minestra. Agli altri resta solo di mangiare quella minestra oppure saltare dalla finestra...
Avatar utente
Xander
 


Torna a Burocrazia Fisco e altre cose che non funzionano

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Notizie in Evidenza:

...http://peopleopinion.altervista.org/

...Il Fatto Quotidiano prima pagina

...Il Fatto Quotidiano

...ANSA

...ANSA Top News

...ANSA Tecnologia

...AGI

...AGI Live

...https://news.google.com

...https://news.google.com

...https://news.google.com

...BBC

cron

Totale visite dal 02.02.2012