Crea sito

Referti specialistici ma non generici?

Hai delle Proposte che vorresti fare alla Politica?
Allora questa è la sezione che fa per te.

Moderatore: peopleopinion

Referti specialistici ma non generici?

Messaggio da leggereda Medico Senza Frontiere » martedì 4 aprile 2017, 21:26

Avete mai notato che quando andate da un medico specialista dopo la visita giustamente vi rilascia un referto che riporta la sua opinione/esito della stessa nonché le richieste di ulteriori visite di approfondimento o i consigli terapeutici?

Perché i medici di medicina generale non fanno la stessa cosa ma fanno tutto "sulla parola"?

Sarebbe molto utile sia a pazienti che a medici sia alle autorità (ad esempio in caso di contestazioni, malasanità, cause in tribunale, ecc.), che la politica seria mettesse ordine in questo aspetto facendo in modo che la legge diventi uguale per tutti visto che in questo caso non lo è, dando disposizioni affinché tutti i medici, compresi quelli di base, le guardie mediche e persino i veterinari, ecc, (insomma tutti i medici!!!) facciano un "referto" della visita che hanno fatto al paziente. In tal modo il paziente se successivamente va all'ospedale o ad un'altra visita specialistica o generica ha un documento in mano che dice, ad esempio, l'anamnesi precedentemente fatta, la diagnosi presunta e quali sono le terapie che ha già fatto che ha in corso per quel problema.

Un tale documento ha una grandissima utilità anche dopo tempo: mettiamo il caso che sorgano divergenze tra medico e paziente (ad es. se il medico sbaglia diagnosi o terapia o se il paziente a cui è stata data una terapia fa invece di testa sua stando peggio), in questi casi, ed altri simili, un tale documento potrebbe avere una utilità anche di fronte al tribunale, mentre allo stato attuale delle cose, essendo fatti a voce i colloqui, l'anamnesi e le diagnosi dai medici di base, non esistono appigli di nessuno genere tutto è "all'acqua di rose", con procedure superficiali che rischiano di dare a posteriori gravi problemi anche a ricostruire l'accaduto in caso serva per qualsivoglia motivo.

Avere tutto scritto anche quanto diagnosticato e prescritto dal medico di famiglia sarebbe una procedura estremamente utile anche e soprattutto in altri casi limite come quelli in cui il paziente arriva non cosciente in ospedale o da qualunque altra parte per qualsivoglia motivo (ad es. anche in seguito ad incidenti), casi in cui conoscere la situazione sanitaria pregressa è di grande importanza e che non sempre il paziente o i suoi congiunti sono in grado di dire a voce al medico in modo completo ed esaustivo.
Avere conoscenza di questi fatti può aiutare a salvare le vite delle persone assistite da medici diversi in situazioni differenti ma concomitanti o a poca distanza di tempo l'una dall'altra anche per evitare che terapie in corso vadano a confliggere con altre prescritte.

Non è forse vero che Verba volant, scripta manent, vale a dire le parole volano, gli scritti rimangono? E allora perché anche i medici generici non rilasciano al paziente un referto scritto invece di limitarsi a "chiacchiere" orali?
Avatar utente
Medico Senza Frontiere
 

Torna a Proposte alla Politica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Notizie in Evidenza:

...http://peopleopinion.altervista.org/

...Il Fatto Quotidiano prima pagina

...Il Fatto Quotidiano

...ANSA

...ANSA Top News

...ANSA Tecnologia

...AGI

...AGI Live

...https://news.google.com

...https://news.google.com

...https://news.google.com

...BBC

cron

Totale visite dal 02.02.2012